Blog dell'ex consigliere del MoVimento 5 Stelle di Milano Zona 8

Blog dell'ex consigliere di Zona 8 del MoVimento 5 Stelle, Stefano Limido

lunedì 22 aprile 2013

Partecipazione


Venerdì 19 ho partecipato al tavolo che si è formato per volere dell'assessora Bisconti,  in linea con la politica della nuova Giunta Pisapia che ha come motto "partecipazione", in seguito alla richiesta di fermare la costruzione del nuovo Pala-AJ. Oltre ai rappresentanti dei vari settori dell'amministrazione, Milanosport, il Consiglio di Zona 8 in grande forza (Presidente, Presidente di commissione 1 parchi e giardini...mobilità, Vicepresidente di commissione 3...sport...) c'erano anche molti cittadini, rappresentanti di diversi comitati e persino il Segretario provinciale del SUNIA. Tutti riuniti intorno ad un tavolo per cercare una soluzione ai problemi che la costruzione del nuovo palazzetto polifunzionale porterà ai giardini del Lido, alla qualità della vita dei residenti, ai parcheggi ed alla viabilità della zona. Ognuno lì per partecipare appunto, peccato che la prima frase della Bisconti sia stata come una doccia fredda per tutti, una frase che suonava più o meno così: non interromperemo il progetto, il 26/4 partiranno i lavori; poi prosegue nella sua esposizione, è necessario dare continuità amministrativa, il progetto è stato rivisto su indicazione dell'assessorato che ha deciso di fornire unicamente parcheggi di servizio, per disabili e pullman, ubicati in zone limitrofe e non si faranno i parcheggi VIP all'interno del Lido.
Come? Assessore scusi, però lei forse non sa che il 26 Marzo è stata presentata da Milanosport la Denuncia di Inizio Attività con lo stesso progetto di parcheggi che non piace nè a lei nè al Consiglio di Zona, il quale ha deliberato all'unanimità il 21 Febbraio 2013 la totale bocciatura di quel progetto.
Anche allo sportello unico per l'edilizia ci sono alcuni problemi, mancano le copie dei disegni vistati relativi al parere sull'impatto paesaggistico, viene momentaneamente sospesa l'istruttoria in attesa di tutti i pareri degli enti interessati all'intervento, comincia l'elenco: vigili del fuoco, commissione provinciale di vigilanza, soprintendenza, ufficio bonifiche, ufficio urbanistica, ufficio viabilità e traffico, settore politiche ambientali ecc.; poche cose tutto sommato. Ma c'è di più, nella relazione tecnica si dichiara che il sito non è oggetto di procedimento di bonifica; questo si potrebbe tranquillamente smentire facendo un giro in piazza Stuparich, ma per chi non riesce c'è il breve filmato che potrà essere d'aiuto.
videoNeanche il SUNIA se la sente di prendere le difese dell'assessora, si lamenta del fatto che non ha tenuto minimamente conto degli incontri precedenti  e ritiene inutile proseguire il tavolo se poi non si viene ascoltati. La invita a riflettere con più calma sull'opportunità di proseguire col progetto, le fà notare che, come ha potuto riscontrare in altre occasioni, non c'è partecipazione da parte di questa amministrazione, la mancanza di ascolto dei bisogni dei propri elettori è in netto contrasto con quanto annunciato in campagna elettorale, quindi sarebbe il caso che i residenti della zona venissero informati su quanto stà accadendo sotto le loro case e le scelte che riguardano la qualità della loro vita vengano condivise e non imposte.
La risposta alla domanda di fondo di tutta la questione rimane comunque, perchè si deve costruire per forza lì il nuovo palazzetto polifunzionale?

Nessun commento:

Posta un commento